Utilizziamo cookie per assicurarti una migliore esperienza sul sito. Utilizziamo cookie di parti terze per inviarti messaggi promozionali personalizzati. Per maggiori informazioni sui cookie e sulla loro disabilitazione consulta la Cookie Policy. Se prosegui nella navigazione acconsenti all’utilizzo dei cookie.
 
 

TONES ON THE STONES: UN EVENTO UNICO AL MONDO

 

Cultura e spettacolo in una cornice d'eccezione

Ambientazioni spettacolari, produzioni esclusive e artisti internazionali sono il fulcro di un’esperienza culturale e artistica unica a livello mondiale, vissuta in stretta armonia con la forza della natura e della pietra.
La provincia del Verbano Cusio Ossola dispone di un ragguardevole patrimonio ambientale, storico e paesaggistico nel quale la pietra, conosciuta e utilizzata in tutto il mondo, è l’elemento di più forte caratterizzazione.

Graniti, marmi, beole, serizzi e pietre di ogni tinta e forma definiscono il paesaggio di una provincia la cui architettura si basa fortemente sull’uso di questi materiali. La straordinaria ricchezza naturale dell’area trova testimonianza nelle numerose cave che delineano i profili morfologici dei vari pendii, modellando pareti a strapiombo di spettacolare bellezza.

In questo contesto nasce l’idea di “Tones on the stones” di utilizzare proprio le cave d’estrazione come luoghi per ospitare eventi artistici d’alto profilo, contribuendo a innescare un processo virtuoso di condivisione delle risorse paesaggistiche di pregio, attraverso una strategia di sviluppo e di valorizzazione ambientale e culturale.

Le cave d’estrazione, spesso matrici di contrasto e dibattito tra visioni ambientali divergenti, vengono portate a nuova vita mediante allestimenti e illuminazioni artistiche dei loro spazi. Tones on the stones offre, così, una nuova chiave di lettura per luoghi di fascino e maestosità senza pari. Questi luoghi, solitamente impegnati nella dura attività estrattiva, vengono preparati con perizia, passione, professionalità e notevole impegno dalle aziende proprietarie, affinché possano trasformarsi in veri e propri “teatri di pietra”.

Ulteriori informazioni sul sito www.tonesonthestones.it
Ritorna al Magazine
 


Share
 
Scritto da:
Grand Hotel Majestic, Redazione