Utilizziamo cookie per assicurarti una migliore esperienza sul sito. Utilizziamo cookie di parti terze per inviarti messaggi promozionali personalizzati. Per maggiori informazioni sui cookie e sulla loro disabilitazione consulta la Cookie Policy. Se prosegui nella navigazione acconsenti all’utilizzo dei cookie.
 
 

MATRIMONIO CASIRAGHI E BORROMEO

 

Le nozze di Beatrice e Pierre sul Lago Maggiore

 
Il Lago Maggiore al centro del jet-set blasonato, ancora una volta grazie ad un matrimonio principesco.
Principesco non solo perché ‘da fiaba’, ma perché lo sposo è il principe Pierre Casiraghi di Monaco e la sposa è la contessina Beatrice Borromeo. Si sono detti ‘sì’ sabato 1 agosto alle 12.00 nella chiesa privata del palazzo Borromeo sull’isolotto San Giovanni, di fronte al Grand Hotel Majestic di Pallanza. E proprio nel prestigioso e storico albergo del Lago Maggiore ha soggiornato la famiglia Grimaldi: la principessa Carolina di Monaco con la figlia Charlotte accompagnata dal compagno, l’attore Gad Elmaleh, e dal loro piccolo Raphael. Hanno soggiornato all’hotel Majestic anche Stephanie con la figlia Pauline Ducruet e la sorella della sposa Isabella con il marito Ugo Brachetti Peretti e i figli. Una scelta dettata dall’alto livello di accoglienza del personale del Grand Hotel Majestic, ma anche dall’elevato livello di privacy che offre la struttura: impossibile infatti riuscire a rubare uno scatto nel giardino o nelle sale della struttura dove i regnanti del Principato di Monaco hanno trascorso le giornate precedenti al matrimonio. Carolina è stata raggiunta dallo sposo Pierre e da Beatrice per una cena al Ristorante “La Beola” del Grand Hotel Majestic, proprio due giorni prima della cerimonia. L’occasione è stata utile per definire con l’efficiente wedding planner londinese gli ultimi dettagli dell’elaborato programma.

Il primo appuntamento prevedeva una cena festa pre-matrimoniale sull’isola Madre. Gli ospiti dell’Hotel Majestic sono partiti intorno alle 18.30 con un’imbarcazione tipica del lago. Tutti erano piuttosto informali, Carolina in abito lungo floreale nero e rosso, anche Charlotte in lungo di leggero Chiffon stampato. Una decina di imbarcazioni con a bordo fotografi pronti ad immortalare momenti rubati e mise degli ospiti, hanno poi scortato la barca ufficiale fino all’isola Madre e si sono persi il giovane sposo di bianco vestito che è sceso al pontile moderatamente schermato dell’isolotto San Giovanni per prendere la sua promessa che, bellissima, indossava un romantico Alberta Ferretti bianco con pizzo e portava un acconciatura morbida con coroncina di fiori, il tutto in stile ‘botticelliano’.

Sabato 1 agosto, per la cerimonia ufficiale, Beatrice ha scelto un abito semplice, corto, con un lungo velo, firmato Armani. Per lo sposo, avvistato già dalla mattina presto tra Stresa e l’isolotto a bordo del suo motoscafo con sedili di pelle gialla, un frac grigio chiaro. Nel parco dell’Isolino sono state allestite due tensostrutture per gli ospiti e una, a mo’ di altare, per gli sposi, ma la pioggia ha risparmiato il momento della cerimonia. Gli invitati hanno raggiunto Pallanza e l’Isolino San Giovanni a partire dalle 11, la maggior parte con motoscafi da Stresa. La famiglia Grimaldi che alloggiava al Grand Hotel Majestic ha affrontato solo un breve attraversamento in barca. Per la mamma dello sposo, Carolina di Monaco, uno scenografico cappello, un corpetto con applicazioni floreali e gonna longuette. La figlia Charlotte ha scelto un abito corto in pizzo giallo acceso. In blu scuro Stephanie di Monaco e la figlia Pauline in abito rosso.

Durante la cerimonia non sono mancate le incursioni di alcuni elicotteri sull’Isolino a caccia di foto e video, è stato utilizzato anche un drone. Hanno avuto più fortuna i fotografi a Stresa, dove il più basso livello di sicurezza e privacy ha permesso di immortalare i molti visi noti che si recavano al pontile per imbarcarsi. Il più fotografato, soprattutto dai passanti, il solito Lapo Elkann che è arrivato a bordo di una 500 cabrio vintage con i nipoti a bordo per un giretto panoramico.
Tante le teste coronate: avvistati i reali di Norvegia, ma anche Maria Gabriella di Savoia. Alberto di Monaco con la moglie Charlene è arrivato solo in giornata da Montecarlo.
Tra gli invitati le sorelle della sposa Lavinia col marito John Elkann e Matilde con Antonio Von Fustemberg, il fratello dello sposo Andrea con Tatiana Santo Domingo, la madre e il fratello di Stefano Casiraghi, la famiglia Niarcos, la nonna della sposa Marta Marzotto, Franca Sozzani, direttrice di Vogue Italia, Eva Herzigova, Bianca Brandolini d’Adda.

Dopo la cerimonia ufficiale, pomeriggio di relax prima della grande festa serale alla Rocca di Angera a cui hanno partecipato 600 ospiti. La famiglia Grimaldi, già in mise da gran sera, si è concessa un aperitivo sulla terrazza del Grand Hotel Majestic all’ora del tramonto. Figlie e nipoti del Principe Ranieri di Monaco e Grace Kelly, con le sorelle della sposa, hanno illuminato il crepuscolo. Poi via, dal molo privato del Grand Hotel Majestic alla volta di Angera: la prima è Isabella Borromeo, in una delicata nuances celeste, sfavillante Carolina vestita di pallettes nere e rosa Chanel. Per Charlotte mise floreale Gucci a sottolineare la sua bellezza, anche la zia Stephanie opta per un lungo floreale. Matilde Borromeo ha scelto invece per l’occasione un abito in pizzo rosa intenso con profondo scollo sulla schiena.
Da Stresa gli ospiti hanno raggiunto Angera a bordo del piroscafo "Piemonte", anche qui signore in lungo accompagnate da eleganti gentlemen. Si sono fatti notare il solito Lapo Elkann, Eva Herzigova con il marito Gregorio Marsjai, il fratello dello sposo, Andrea Casiraghi, la mamma della sposa Paola Marzotto con l’eccentrica nonna Marta, ma anche Marco Travaglio, direttore de “Il Fatto Quotidiano”, testata per cui scrive Beatrice Borromeo.

Un matrimonio da favola lungo una settimana, che dal Principato di Montecarlo è giunto sulle rive del lago Maggiore: il Grand Hotel Majestic è stato onorato di avere tra i suoi graditi ospiti la famiglia Grimaldi di Monaco.

Ritorna al Magazine
Share
 
Scritto da:
Grand Hotel Majestic, Redazione