Utilizziamo cookie per assicurarti una migliore esperienza sul sito. Utilizziamo cookie di parti terze per inviarti messaggi promozionali personalizzati. Per maggiori informazioni sui cookie e sulla loro disabilitazione consulta la Cookie Policy. Se prosegui nella navigazione acconsenti all’utilizzo dei cookie.
 
 

LAGO MAGGIORE E SPORT: UN BINOMIO PERFETTO

 

A piedi, in bici, in acqua: il lago non pone limiti al divertimento

L’arrivo del Giro d’Italia a Pallanza è il fiore all’occhiello di una stagione da vivere all’aria aperta in uno scenario incantevole, fra mille possibilità di praticare sport a ogni livello e nel rispetto della natura
 
Il Lago Maggiore, e tutto quello che gli ruota intorno, non è solo uno dei luoghi più belli del mondo. E’ il perfetto playground per vivere lo sport nel modo più pieno e completo. Alla bellezza naturale dei luoghi si unisce uno spirito d’iniziativa e una capacità organizzativa che rasenta la perfezione.
E la possibilità di vivere il connubio sport e natura con un trasporto totale, coinvolgente è pura realtà.
Nel descrivere gli sport che si possono praticare fra le rive del lago e le valli circostanti è doveroso partire dal ciclismo.

Il 98° Giro d’Italia approda il 28 maggio a Pallanza e riparte il giorno dopo da Gravellona Toce. Non è la prima volta che la corsa più amata dagli italiani transita da queste parti. Nel 1952, con un Coppi in formato campionissimo in rosa, la tappa con arrivo a Verbania la vince lo svizzero Fritz Schaer davanti all’indimenticato Alfredo Martini. Nel 1992 la tappa sorride a Chioccioli davanti a Chiappucci e Lelli anche se il Giro è ormai nelle mani salde del grande navarro Miguel Indurain. Il direttore della Gazzetta di allora, Candido Cannavò, descrive l’arrivo con un tocco di poesia: “Il rettilineo di Verbania è stato disegnato in uno spicchio di Paradiso”.
Per celebrare arrivo e partenza del Giro i comitati di tappa di Verbania e Pallanza organizzano per domenica 3 maggio la ‘1ª salita in compagnia al Monterosso’ in collaborazione con l’azienda agrituristica omonima. Si tratta di un percorso di circa trenta chilometri aperto a tutti: basta avere un po’ di gamba per affrontare i sei chilometri della salita conclusiva con una serie di tornanti che offrono una vista mozzafiato su Verbania e il Lago Maggiore.
Chi volesse scoprire itinerari su strada, in mountain bike, a piedi può visitare il sito di BICICO, un’organizzazione che dal 1990 propone itinerari di un giorno o per il week end o d’intere settimane in tutto il comprensorio del lago, montagne comprese. Famiglie, gruppi, team, single, tranquilli escursionisti e super allenati: l’esperienza di BICICO è al servizio di tutti, nessuno escluso. Senza trascurare che il territorio del lago offre una serie di piste ciclabili che permettono di pedalare in assoluta tranquillità e godere di una natura che qui offre davvero il meglio di se stessa.
Itinerari di sicuro interesse ciclistico, e non solo, si trovano nella parte lombarda del Lago Maggiore ai quali si possono aggiungere il giro del Lago d’Orta e la mitica salita del Mottarone.

Mentre chi volesse fare il tour dei “Sette Laghi”, delle “Tre Valli Varesine” e della “Rocca di Angera e dei Siti Unesco” può tranquillamente organizzarsi partendo direttamente dal Grand Hotel Majestic in bici, oppure raggiungendo il punto di partenza in auto. Mentre gli amanti del downhill devono puntare direttamente sul Mottarone, piattaforma di lancio ideale per discese spericolate.

Oltre alla bici in tutte le sue forme e varianti, il lago è ideale per chi ama correre a piedi. Non è un caso che qui si svolgano la Mezza Maratona e la Maratona del Lago Maggiore, ovvero la corsa competitiva su uno dei percorsi più panoramici d’Italia. Per i più allenati ci sono la sky race, trenta chilometri sulle creste tra cielo e lago con partenza l’8 agosto da Cannobio e la maratona della Valle Intrasca che si corre il 7 giugno con partenza da Verbania: 42 chilometri di fatica tra incantevoli scenari.

Per chi ama l’escursione in montagna e il trekking le opportunità sono infinite. Sul sito illagomaggiore.com alla voce itinerari si possono trovare tutte le indicazioni necessarie per scoprire il gusto lento del camminare con segnalazione di percorsi interessanti dai più semplici ai più avventurosi.

E poi l’acqua: canoa e vela, nuoto e sci nautico, rafting e canyoning sono sport che è possibile praticare a tutti i livelli e con assoluta soddisfazione. Senza dimenticare che per i più ardimentosi c’è il parapendio e i più tranquilli la pesca sportiva.
Con l’arrivo della bella stagione, che qui si prolunga fino a ottobre inoltrato, il Lago Maggiore offre il meglio di sé donandosi pienamente a chiunque voglia vivere a contatto con la natura e praticare lo sport che preferisce in assoluta libertà.
Ritorna al Magazine
Share
 
Scritto da:
Grand Hotel Majestic, Redazione