Utilizziamo cookie per assicurarti una migliore esperienza sul sito. Utilizziamo cookie di parti terze per inviarti messaggi promozionali personalizzati. Per maggiori informazioni sui cookie e sulla loro disabilitazione consulta la Cookie Policy. Se prosegui nella navigazione acconsenti all’utilizzo dei cookie.
 
 

ISOLE BORROMEO, I GIARDINI DEL LAGO MAGGIORE REALE TROMP L’OEIL DEL GRAND HOTEL MAJESTIC

 
Dal 1870 il Grand Hotel Majestic sorge sulle rive di Verbania Pallanza in una posizione molto favorevole per esposizione al sole, che splende dalla mattina alla sera, e per l’affaccio su un promontorio proteso sul Golfo Borromeo. Dalla terrazza, dalla sala ristorante, dal parco e da quasi ogni suite del Grand Hotel Majestic si gode di un esclusivo affaccio sulla baia e sulle magnifiche Isole Borromee. La vicinanza, unita alla grande bellezza dei giardini, rendono la visita alle isole – soprattutto in primavera in occasione della fioritura – un must per gli ospiti del GHM che con una brave passeggiata raggiungono l’imbarcadero di Pallanza da dove ci si imbarca alla scoperta delle Isole Borromee.

L’isola Madre appartiene alla famiglia Borromeo dal 1500, dalla nuda roccia dell'era glaciale, l'isola ha subito varie trasformazioni: inizialmente frutteto, successivamente uliveto, agrumeto sino all'attuale Parco Botanico all'Inglese realizzato ai primi dell'800 proprio dalla famiglia di nobili milanesi. La sua superficie è di circa otto ettari. L'Isola Madre è rinomata non solo per la spettacolare fioritura delle azalee nel mese di maggio, ma anche per i suoi Giardini Botanici che ospitano rare essenze vegetali originarie delle più diverse latitudini. Il clima particolarmente mite ha infatti permesso l'insediamento di una flora sorprendente e difficilmente reperibile in altri luoghi: qui convivono aceri, banani, camelie, eucalipti, palme. Le diverse parti del giardino hanno una loro toponomastica che aiuta il visitatore nel percorso. Particolarmente apprezzate sono le fioriture delle camelie – coltivate qui dal 1830 – tra la fine di marzo e la fine di aprile, del glicine tra fine aprile e metà maggio e da maggio a giugno l’esplosione di colore delle azalee in fiore.
L’Isola Bella deve il proprio nome alla moglie di Carlo III Borromeo che dedicò l’allora semplice lembo di terra e roccia abitato dai pescatori, alla moglie Isabella D’Adda. Fu proprio Carlo III che diede il via ai primi importanti interventi di trasformazione dell’isola nella meraviglia che possiamo apprezzare oggi. Oltre allo splendido palazzo barocco, molta cura è stata dedicata al grandioso giardino all'italiana: uno degli esempi più noti e meglio conservati in tutto il Paese. Articolato in dieci terrazze digradanti, è abbellito da vasche, fontane, prospettive architettoniche e una moltitudine di statue risalenti alla seconda metà del Seicento rappresentanti personificazioni di fiumi, stagioni e venti. Il clima, particolarmente mite, ha permesso la crescita di una vegetazione ricca di varietà e specie che qui hanno trovato il loro habitat. Fra azalee e rododendri, spalliere di pompelmi e arance amare, orchidee e piante carnivore, spicca la sagoma di un grosso canforo di più di duecento anni. Un momento speciale per visitare l’isola è il mese di maggio per la fioritura delle rose. Dal 17 al 31 maggio si potrà accedere alla Terrazza delle Rose dell’Isola Bella, la passione dei Principi Borromeo per questo arbusto ha fatto si che alle rose fosse riservata la terrazza centrale del Giardino, in particolare i conti Borromeo hanno privilegiato due varietà, la Rosa “Blaze” e la Rosa “Clair Matin”.
Con una breve gita in battello o prenotando un water taxi, le isole si raggiungo dal pontile del Grand Hotel Majestic in una decina di minuti di piacevole navigazione tra il verde delle rigogliose rive del lago Maggiore e prenotando direttamente l’hotel si potrà scegliere uno dei pacchetti legati alle isole. Rododendro, che per due notti di permanenza consente piena fruibilità dei servizi dell’hotel e ingresso alle isole con trasferimenti in barca privata e cena in un ristorante tipico; Glicine, con una notte extra offre visite esclusive su entrambe le isole e due cene, una in hotel, e una degustazione di formaggi e salumi locai sull’isola Madre; e in ultimo il pacchetto Camelia, che con 4 notti oltre a confermare il programma comprende anche un trattamento nella Spa dell’hotel. Tutte le opzioni regalano la Guida sulle isole Borromee e la Rocca di Angera – altro gioiello Borromeo, colazione a buffet e welcome drink sulla terrazza panoramica. Vi invitiamo ad accedere ai link per maggiori dettagli sull’offerta.
Ritorna al Magazine
 


Share
 
Scritto da:
Grand Hotel Majestic, Redazione