Utilizziamo cookie per assicurarti una migliore esperienza sul sito. Utilizziamo cookie di parti terze per inviarti messaggi promozionali personalizzati. Per maggiori informazioni sui cookie e sulla loro disabilitazione consulta la Cookie Policy. Se prosegui nella navigazione acconsenti all’utilizzo dei cookie.
 
 

ALLA SCOPERTA DELLE ISOLE BORROMEE

 

Il Grand Hotel Majestic accompagna i suoi ospiti in una visita esclusiva alle isole

Alla luce del tramonto, quando le isole sono chiuse al pubblico, un accompagnatore porta gli ospiti del Majestic a scoprire il fascino immenso dei giardini borromei e a gustare un aperitivo servito dal Maggiordomo della casa
La magia di certi luoghi è nota.
Non nasce certo per caso, anche se la manciata di piccole isole che emerge dalle acque del Lago Maggiore sembra messa lì quasi per gioco.
Come possono sopravvivere queste perle di rara bellezza circondate come sono dalle montagne innevate e dissetate dalle acque gelide che provengono dai ghiacciai?
Ed ecco che la magia avviene e tutto incanta: un microclima mite protegge le acque del lago e una famiglia principesca giunge a tutelare le isole da tempi ormai remoti.
Siamo nel 1600. I Borromeo acquisiscono le isole con il chiaro intento di trasformarle in magnifici giardini: la piccola Isola Bella, un nome, una profezia, è trasformata in un vascello immaginario e destinata alle visite di rappresentanza, mentre l’Isola Madre diventa meta di riposo e pace assoluta.
Qui, tra essenze che vengono da lontano e piante che sembrano sistemate attraverso un disegno divino, ci s’immerge in una natura meravigliosa, fustellata di piante che difficilmente si possono ammirare altrove. Il merito va alla famiglia Borromeo che nei secoli ha mantenuto la struttura dei giardini, integrando le collezioni di piante con nuovi innesti.

Il Parco Botanico dell’Isola Madre e i Giardini all’Italiana dell’Isola Bella, unici fra tutti i giardini italiani, sono stati inseriti nel 2003 nell’elenco della Royal Horticultural Society.
Gianfranco Giustina è il mastro giardiniere di Casa Borromeo.
Da anni i Principi gli hanno affidato la direzione tecnica dei giardini e dopo anni di duro lavoro e cura certosina il 10 aprile 2014 a Londra nella Lindley Hall, sede della RHS, è stato insignito della RHS Veitch Memorial Medal, riconoscimento assegnato alla persona che contribuisce maggiormente nel mondo ai progressi delle conoscenze scientifiche in orticoltura.

Una visita in questi piccoli paradisi terrestri non è solo un’immersione in un ambiente dal fascino remoto, ma è una scoperta di alto valore scientifico e naturalistico.
Il Grand Hotel Majestic, in collaborazione con la famiglia Borromeo, offre ai suoi ospiti una possibilità che dire esclusiva non basta: dalle 18 alle 20, quando i giardini sono chiusi al pubblico e la luce del tramonto accarezza le acque del lago è possibile visitare le isole accompagnati da un esperto e gustare un aperitivo servito dal Maggiordomo di casa Borromeo.
E chissà che non capiti di imbattersi durante la visita nei padroni di casa, i Principi Borromeo e nei loro riservatissimi ospiti.
Si tratta di una magnifica opportunità dedicata agli ospiti del Majestic, un motivo in più da aggiungere alle rasserenanti emozioni che offre l’Hotel, un’offerta irrinunciabile che trasforma la vacanza in un’esperienza irrepetibile, in cui è possibile rivivere l’atmosfera di un tempo lontano, ma non perduto, con l’accesso in esclusiva all’Isola Bella e all’Isola Madre.
Ritorna al Magazine
 


Share
 
Scritto da:
Grand Hotel Majestic, Redazione