Utilizziamo cookie per assicurarti una migliore esperienza sul sito. Utilizziamo cookie di parti terze per inviarti messaggi promozionali personalizzati. Per maggiori informazioni sui cookie e sulla loro disabilitazione consulta la Cookie Policy. Se prosegui nella navigazione acconsenti all’utilizzo dei cookie.
 
 

A Verbania gli eventi sono green!

 

Il futuro dei congressi è già presente al Grand Hotel Majestic

Una location d’eccezione in una cornice mozzafiato e un congresso ecocompatibile: questi sono gli ingredienti chiave di un evento di successo
 
Esattamente in questi giorni si svolge a Parigi la ventunesima Conferenza ONU sul Clima, a cui parteciperanno migliaia di delegati e osservatori provenienti da tutto il mondo, col fine di raggiungere un accordo internazionale atto a frenare il riscaldamento globale. 
Sebbene la strategia comune sia alla base del cambiamento, è altresì vero che l’impegno dei singoli Paesi va ben oltre la sottoscrizione di tale accordo, e non bisogna dimenticare il ruolo fondamentale ricoperto dalle varie realtà locali. 
Se guardiamo all’Italia, ad esempio, possiamo affermare non senza orgoglio, che Verbania e tutta la sua comunità, si è da sempre contraddistinta per l’impegno in materia di politiche green e nell’adozione di comportamenti ecosostenibili.
Infatti, se Verbania occupa da tempo la prima posizione nel rapporto sull’Ecosistema urbano stilato annualmente da Legambiente in collaborazione con il Sole 24Ore sulla vivibilità dei capoluoghi di provincia, è senza dubbio merito degli sforzi di ogni singolo operatore per migliorare la qualità della vita dei propri concittadini e dei visitatori.
Negli ultimi anni queste azioni si sono concretizzate in associazioni a cui aderiscono le varie attività pubbliche e private, nell’intento di unire le forze e ottimizzare i risultati. Ecco quindi che dal Lago Maggiore Conference, un Convention Bureau nato per promuovere il Lago Maggiore come destinazione congressuale d’eccellenza, parte il progetto Lago Maggiore Green Meeting, la cui mission fondamentale è la promozione di eventi e congressi a basso impatto ambientale. 
Ogni impresa partecipante deve essere lungimirante e andare oltre alla mera organizzazione di eventi, contribuendo allo sviluppo di un sistema integrato di offerta congressuale ispirato ai valori della sostenibilità. 
Considerato che in questo campo i progressi fatti non sono mai abbastanza e che i margini di miglioramento sono più che ampi, il 2014 ha visto la nascita del progetto “Save the food”, con lo scopo di ridurre gli sprechi nella filiera agro-alimentare del settore congressuale attraverso l’impiego di prodotti a km zero e la collaborazione con fornitori locali, l’attenzione alle esigenze alimentari di ciascun congressista e il recupero degli esuberi alimentari nella ristorazione.
Tra i protagonisti di questo progetto c’è senza dubbio il Grand Hotel Majestic, già partner di Legambiente e grande sostenitore della causa ambientale, e attivo ormai da anni nella diminuzione delle risorse energetiche impiegate e alla riduzione delle emissioni, unitamente alla promozione e valorizzazione del territorio e delle sue bellezze naturali, artistiche e culturali. Proprio per questa ragione, molte aziende orientate alla salvaguardia ambientale e molto sensibili a questo argomento, quali ad esempio Kimberly-Clark e l'ISE, l'Istituto per lo Studio degli Ecosistemi, hanno già scelto il Grand Hotel Majestic come sede per i loro eventi.
Infatti, come affermato dal nostro Responsabile Eventi, Marco De Marco, durante il convegno “Turismo Responsabile e Promozione del Territorio in Chiave Green”, le attività ricettive possono ridurre il loro impatto sull’ambiente fino al 90%, di questo va preso atto e tutti noi, partendo dal management fino a coinvolgere l’intero staff, dobbiamo esserne consapevoli, poiché “Il nostro business è strettamente legato alla natura in cui siamo immersi, senza di essa non saremmo nulla”.
Ritorna al Magazine
Share
 
Scritto da:
Grand Hotel Majestic, Redazione